produzione packaging farmaceutico

Produzione del packaging farmaceutico: le 3 caratteristiche dei materiali

La produzione del packaging farmaceutico deve essere affidata a professionisti di settore che conoscano le normative vigenti e i materiali da poter adoperare nei differenti campi. Così da evitare di incorrere in sanzioni.
 

Caratteristiche dei materiali di primo imballaggio

Le caratteristiche principali che i materiali di primo imballaggio devono rispettare sono:

  1. Adattabilità al farmaco. Per evitare che all’interno possano entrare agenti esterni e per conservare l’integrità del prodotto.
  2. Resistenza all’ambiente esterno. Alcune molecole sono fotosensibili, per tale motivo è necessario la produzione di packaging farmaceutico resistente all’aria e alla luce.
  3. Protezione del prodotto. Il farmaco, durante il trasporto dal magazzino al bancone e poi nel luogo di utilizzo, può subire numerosi urti o vibrazioni. Per tale motivo è necessario creare un imballaggio di primo livello che prevenga la sua integrità.

 

L’imballaggio primario del farmaco

Secondo un’analisi eseguita negli ultimi anni, le caratteristiche del farmaco e le numerose leggi in materia rendono molto lenta l’evoluzione della produzione del packaging farmaceutico.
Forse in pochi sanno che per modificarne la grafica o un’informazione presente sull’imballaggio occorre richiedere l’autorizzazione al Ministero della Sanità. Tale procedimento rallenta molto la possibilità di apportare modifiche al packaging. Eppure è un mercato in continuo aumento, basti pensare che mediamente in un anno sono circa due miliardi e mezzo le confezioni vendute e oltre il 50% è costituito da prodotti in blister.
 

Le “famiglie” del farmaco

Per la produzione del packaging farmaceutico, oltre a dover conoscere normative e materiali, bisogna tenere presente a quale famiglia di prodotto appartiene il farmaco. Per convenzione questi ultimi vengono suddivisi in tre macro famiglie ognuna con caratteristiche ben definite: farmaci in forma solida, liquida o mista.
Nei prossimi contenuti proseguiremo l’analisi del packaging farmaceutico partendo dalla divisione in questi tre macro gruppi.