Per realizzare un packaging efficace a livello commerciale oggi sappiamo che ci sono diversi aspetti da prendere in considerazione. Oltre alle prestazioni tecnologiche dei materiali, il design, gli accessori e le funzionalità di eccellente conservazione promesse dagli imballaggi, anche l’aspetto estetico e l’apporto comunicativo di una confezione non è da sottovalutare tra i fattori che definiscono un buon packaging personalizzato.

La stampa è sicuramente una delle tecniche più avanzate e raffinate di personalizzazione degli imballaggi, in quanto può essere estremamente studiata su misura del tipo di prodotto, del materiale che si andrà a stampare, e scelta a seconda della tecnica di imbustamento, della modalità di esposizione nel punto vendita, oltre che del target di pubblico e della strategia di marketing che verrà messa in atto per accompagnare il prodotto verso il successo.

E’ evidente come il packaging rivesta un ruolo fondamentale nelle scelte d’acquisto degli utenti e consumatori: quanto più il packaging viene personalizzato in modo specifico, tanto più elevata sarà la risposta dell’utenza, andando a definire meglio l’efficacia della strategia di vendita.

Perché il packaging sia uno strumento di marketing efficace, occorre che Il progetto grafico deve rispecchiare la strategia di marketing, rivolgersi al pubblico di riferimento e comunicare messaggi personalizzati, utilizzando colori, immagini, testi , font e tutti gli strumenti messi a disposizione dalla grafica oggi.

Considerando packaging come buste, pellicole, sacchetti e scatole, tutte possono essere personalizzate con diverse tecniche di stampa, scegliendo quella più adatta al materiale, al budget, alla qualità richiesta e al risultato ricercato.

Tra le tante tecniche di stampa esistenti, il mondo del packaging si avvale principalmente di stampa digitale, stampa offset, flessografica e rotocalco.

La stampa digitale è il processo che permette di imprimere immagini e grafiche tramite inchiostro direttamente sul materiale da stampare, senza l’impiego di cliché o matrici. E’ il metodo più economico, rapido e che non richiede costi fissi di impianto. E’ ideale per piccole tirature e per una rapida realizzazione della stampa, e riesce a garantire un’ottima risoluzione su piccoli formati. Per grandi formati e grandi quantità un’altra soluzione è invece la stampa offset: un complesso processo di stampa indiretta che prevede l’incisione del soggetto su una lastra di alluminio, applicata ad un cilindro che andrà a stampare il materiale da imballaggio. Consente di ottenere prodotti stampati di eccellente qualità e, una volta creata la lastra, rapidi tempi di stampa, tuttavia non è conveniente per le piccole tirature e in ogni caso prevede costi piuttosto elevati per la creazione della matrice.

Anche la stampa a rotocalco è una modalità di stampa percorribile, essendo una stampa diretta, su rotativa, in cui il rullo inchiostrato è lo strumento che deposita grafiche e immagini sul prodotto da stampare. Permette di stampare a grande velocità, ma è indicata per un tipo di stampa che non richieda estrema resa qualitativa.

Un eccellente compromesso tra i metodi di stampa precedentemente illustrati è la stampa flessografica, chiamata anche flexo. Si tratta di una tecnica di stampa diretta che si avvale di cliché per trasferire l’inchiostro direttamente sui supporti. Il costo è basso e la qualità eccezionale, anche grazie alle continue evoluzioni tecnologiche che interessano questo tipo di tecnologia e la rendono lo strumento ideale per realizzare packaging personalizzati.

La flessografia è la tecnica consigliata per realizzare la stampa di buste personalizzate, specialmente in film plastico. In particolare è la soluzione più vantaggiosa per stampare prodotti di packaging alimentare, che può essere così personalizzato secondo le necessità dell’azienda, con grande versatilità: dai vari formati, alle varianti di prodotto, la flessografia è a tutti gli effetti il metodo di stampa più flessibile, conveniente e che consente di tagliare il progetto di stampa su misura delle esigenze del prodotto e dell’azienda.

Non solo buste e sacchetti, poi, ma anche packaging come scatole e confezioni possono essere personalizzate con la stampa flessografica, con colori, dettagli di elevata precisione, effetti speciali di stampa che danno al cliente una pressoché infinita potenzialità di scelta e di realizzazione del proprio design, per creare un packaging unico, inconfondibile e su misura.

CelVil è presente sul mercato da decenni offrendo prodotti di packaging personalizzati e di qualità, insieme all’esperienza della propria consulenza nel campo del confezionamento alimentare, cosmetico, industriale. La stampa flessografica è il nostro fiore all’occhiello che ci consente di produrre eccellenti materiali da imballaggio apprezzati sul mercato per convenienza ed elevate performance.

Tuttavia si tratta solo uno dei numerosi servizi che offriamo, lungo la filiera di produzione di imballaggi personalizzati: dalla consulenza materiali, infatti, guidiamo i nostri clienti nella progettazione della confezione, selezione di accessori e strumenti utili alla presentazione sul mercato, senza tralasciare l’aspetto di comunicazione e marketing. Inoltre produciamo imballaggi, li stampiamo ed effettuiamo anche il servizio di confezionamento. Vi invitiamo a contattarci per potervi illustrare la gamma dei nostri prodotti e poter valutare insieme come portare al successo il vostro progetto.

Call Now Buttonchiamaci per informazioni