polietilene alta e bassa densità

La direttiva europea per i sacchetti di plastica: come informarsi

Secondo alcuni studi, una significativa percentuale dell’inquinamento dei corsi d’acqua riguarda i singoli cittadini europei che non effettuano in modo adeguato la raccolta differenziata degli shopper in plastica. Per cercare di ridurre l’inquinamento è stata redatta una direttiva europea per i sacchetti di plastica.
 

Cosa prevede la normativa sui sacchetti di plastica

La legge approvata stabilisce che gli Stati membri della Comunità Europea devono contribuire a ridurre il consumo di sacchetti di plastica per il trasporto delle merci. La direttiva europea, allo stesso tempo, lascia ogni paese libero di scegliere la propria strategia per la riduzione dell’utilizzo dei sacchetti di plastica.
L’Italia, rispetto agli altri Paesi, già da diversi anni ha intrapreso la politica di adoperare solo sacchetti biodegradabili e compostabili, vietando la vendita di shopper non facilmente riciclabili.
 

Le prospettive

La richiesta esplicitata dal Parlamento Europeo stabilisce solo di adottare misure per ridurre il consumo medio annuo per ogni singolo cittadino. Le previsioni della direttiva europea sui sacchetti di plastica spera di giungere al 2019 con un consumo di 90 shopper non riciclabili annui per cittadino e 40 nel 2025.
Celvil lavora nel pieno rispetto dalla direttiva europea, adoperando solo materiali biodegradabili e compostabili a norma di legge per la creazione degli shopper personalizzati. Affidarsi alla professionalità significa ottenere prodotti di ottima qualità, controllati in ogni punto della filiera.
 

Scegliere gli shopper

La personalizzazione e la progettazione di packaging per alimenti o di sacchetti di plastica prevedere il rispetto di molte normative oltre alla direttiva europea. Per non incorrere in sanzioni affidati a dei professionisti. E richiedi una consulenza per la scelta dei materiali più idonei alla sponsorizzazione e alla conservazione del tuo prodotto.