La tematica ecologica nel packaging

La questione ecologica è una tematica sempre più sentita e che sempre più spesso influenza il dibattito economico, condizionando le pratiche di produzione e il mercato. Anche i consumatori, del resto, sono sensibili a questi argomenti e non sono rari i casi in cui le scelte ecologiche e sostenibili dei produttori diventano una vera e propria leva d’acquisto, guidando i comportamenti degli utenti.

L’etichettatura ambientale: uno strumento ecologico

Se l’Unione Europea stessa sta emanando diverse direttive in linea con questo trend ecologico, fornendo indicazioni da seguire per le aziende, tra cui quella della trasparenza e dell’informazione, ai singoli Governi è richiesto di produrre normative che traducano queste linee guida in termini attuativi. Di queste normative fa parte il nuovo decreto sull’Etichettatura Ambientale. Di cosa si tratta esattamente? Un nuovo obbligo di legge secondo il decreto legislativo 116 del 3 settembre 2020 che mira a fornire ai consumatori le informazioni necessarie per gestire i rifiuti di imballaggio nel modo più corretto e virtuoso.

In cosa consiste l’etichettatura ambientale?

E’ così che le etichette diventano uno strumento strategico per fornire queste informazioni: non solo dunque di quale materiale è composto il packaging, ma anche come smaltirlo all’interno della raccolta differenziata sono dettagli che per legge il produttore deve riportare sulla confezione, per dar modo ai propri clienti di conoscere e rispettare le norme di smaltimento dei rifiuti.

Il fine di questa normativa è quello di ridurre la produzione di scarti non riciclabili, che vanno quindi raccolti nell’indifferenziata e smaltiti per combustione, e ottimizzare il riutilizzo e il recupero delle materie prime che invece possono essere riciclate dopo essere state impiegate nella produzione di packaging, per creare nuovi imballaggi oppure altri prodotti in plastica. In ultima analisi, il decreto D.lgs.116/2020 impone alle aziende produttrici di esplicitare una serie di informazioni in merito al loro packaging, tra le quali:

– di quale tipologia di imballaggio si tratta, sia per iscritto oppure come immagine grafica

– in quale materiale specifico è realizzato l’imballaggio (ad ogni singolo materiale è attribuito un codice alfanumerico, per esempio, per i diversi tipi di plastica la numerazione da 1 a 19, per la carta da 20 a 29, oppure si può anche identificare il materiale con un’abbreviazione, come ad esempio “HDPE” per High Density Poliethylene). In caso di materiali composti è necessario indicare una “C” seguita dal codice del materiale dominante.

– a quale tipo di raccolta differenziata (carta, plastica, etc) oppure indifferenziata è destinato dopo l’uso. Sarà necessario inserire un marchio grafico che indichi la natura riutilizzabile o recuperabile dell’imballaggio.

La proroga della legge sull’etichettatura ambientale: è ora di adeguarsi

La pratica di indicare il tipo di materiale e le modalità di smaltimento è in uso già da qualche anno e molti produttori l’hanno già adottata da tempo in risposta alla crescente sensibilità ecologica dei propri consumatori, tuttavia come normativa sull’etichettatura ambientale sarebbe dovuta entrare in vigore il 26 settembre del 2020, data a partire da cui sarebbe stato necessario e obbligatorio rispettarla, pena sanzioni. In realtà il decreto Milleproroghe ha fatto poi slittare l’applicazione di questa normativa al 31 dicembre 2021, per dare tempo alle aziende, in difficoltà a causa della pandemia, di aggiornarsi al riguardo.

La tua comunicazione in etichetta è conforme? Ti sei già adeguato alla normativa sull’etichettatura ambientale? CelVil è da sempre al fianco dei suoi clienti per informarli tempestivamente di novità di mercato ma anche in campo normativo, per fornire un servizio eccellente e puntuale. Tuteliamo le aziende che si affidano a noi e alla nostra esperienza, ma la nostra consulenza è rivolta anche a tutti quei produttori in cerca di un partner di fiducia. Il nostro costante impegno nella ricerca di nuovi materiali, applicazioni, nell’aggiornamento sulle normative e sulle prospettive più innovative nel mondo del packaging ci rendono un attore leader sul mercato del packaging da diverse generazioni: non esitare a contattarci per richiederci un preventivo e maggiori informazioni.

Call Now Buttonchiamaci per informazioni