bustine monodose cosmetici

Bustine monodose per cosmetici: caratteristiche e vantaggi

Le recenti norme in campo cosmetico, come ad esempio l’introduzione del PAO (Period After Opening) fanno della busta termosaldata la soluzione di confezionamento più igienica, sicura ed economicamente vantaggiosa in campo cosmetico.

Confezionare i propri prodotti nel formato monodose ha molti vantaggi rispetto alle tradizionali confezioni. Queste piccole bustine, infatti, oltre alla praticità delle dimensioni ridotte, permettono di non disperdere prodotto in eccesso, mantengono intatta la fragranza fino al momento dell’utilizzo, sono comode da portare con sé durante la giornata e sono indispensabili sia in campo farmaceutico, alimentare e cosmetico.

La busta preformata

La busta preformata è il packaging ideale per creare bustine monodose destinate all’imballaggio di prodotti cosmetici. Il confezionamento di bustine monodose racchiude, infatti, tanti diversi formati disponibili che, a seconda della necessità, possono essere adattati alle proprie esigenze.

Nello specifico si tratta di buste piatte con 2, 3 o 4 saldature, ideali per il confezionamento di campioncini cosmetici o di prodotti monodose come creme, shampoo, maschere, sostituendo gli ingombranti contenitori di creme cosmetiche. Queste buste possono poi essere personalizzate con stampe, grafiche ed effetti, oltre che con utili accessori che ne facilitino l’utilizzo e valgano come incentivo all’acquisto per il consumatore: ne sono esempi l’apertura facilitata e la zip richiudibile.

I materiali e le caratteristiche

I materiali principalmente utilizzati sono PP, PE, PA, PET, ALU, CARTA, per esempio accoppiati in modo da unire le rispettive caratteristiche e porle al servizio del risultato ricercato dalla strategia di marketing.

Per le loro caratteristiche chimiche, i film plastici utilizzati assicurano innanzitutto resistenza agli agenti chimici e un efficace effetto barriera all’ossigeno ed ai raggi UV, agenti esterni che potrebbero alterare gravemente e compromettere la qualità del prodotto contenuto all’interno. Anche l’effetto anti condensa è altamente desiderabile in quanto l’umidità causa il deperimento e l’alterazione irreversibile del prodotto cosmetico e dei suoi principi attivi.

Inoltre questo packaging deve essere resistente ad acqua, alcool e altri agenti chimici presenti nei prodotti cosmetici stessi, in modo da poterli efficacemente contenere senza fuoriuscite e conservarli inalterati fino al consumo, oltre a garantirne la perfetta conservazione sugli scaffali.

La comunicazione

Dal punto di vista comunicativo, inoltre, il packaging deve garantire un’elevata capacità di personalizzazione per raggiungere l’attrattività e le potenzialità comunicative a fini di marketing. Per quest’obiettivo la stampa flessografica costituisce un importante alleato, con svariati effetti di stampa e finiture che spaziano dal lucido, al mattato, fino al metallizzato, oltre alla stampa in alta risoluzione dalla brillantezza garantita.

Vi occorre un consulto?

Celvil offre una consulenza personalizzata per aiutare il cliente ad individuare la soluzione ideale per le sue esigenze: dal formato, alla stampa e grafica, per ragiungere un risultato ottimale e di grande impatto sugli scaffali.

Il packaging sarà tagliato su misura del prodotto e soprattutto delle esigenze comunicative e di marketing del produttore stesso, che avrà innumerevoli possibilità di giocare sul piano estetico, oltre che funzionale, per presentare il suo prodotto ai consumatori, rendendolo unico e desiderabile, spiccando tra la concorrenza sugli scaffali di distribuzione.

Celvil inoltre aggiunge un innovativo servizio alla già vasta offerta di personalizzazione del packging: la possibilità di realizzare quantità ridottissime e personalizzate di packaging con stampa flessografica a piacimento, senza minimi quantitativi imposti, per prodotti di nicchia, di grande pregio e qualità, di grande differenziazione e di ricerca.

 

Fonte immagine: Wikimedia.org