commercializzazione sacchi per asporto merci

Commercializzazione dei sacchi per asporto merci: 3 cose da sapere

Le shopper, o sacchi per asporto merci, per ogni azienda o attività commerciale rappresentano un’importante momento di marketing e comunicazione: infatti, dopo l’acquisto, la shopper continua a girare e a portare il brand in giro. Però, per la commercializzazione dei sacchi per asporto merci, ci sono tre cose importanti da sapere.

1. Categorie

I sacchi per asporto merci commercializzabili devono rientrare, obbligatoriamente, in una di queste tre categorie:

  • Sacchi monouso biodegradabili e compostabili, realizzati nei materiali plastici stabiliti dalla normativa Uni-En 13432;
  • Sacchi utilizzabili più volte, con maniglia esterna, che abbiano uno spessore superiore a 200 micron e contenenti una percentuale di plastica riciclata del 30% almeno se destinati all’uso alimentare, oppure che abbiamo uno spessore superiore a 100 micron e contenenti una percentuale di plastica riciclata del 10% almeno se non destinati all’uso alimentare;
  • Sacchi utilizzabili più volte, con maniglia interna, che abbiano uno spessore superiore a 100 micron e contenenti una percentuale di plastica riciclata del 30% almeno se destinati all’uso alimentare, oppure che abbiamo uno spessore superiore a 60 micron e contenenti una percentuale di plastica riciclata del 10% almeno se non destinati all’uso alimentare.

2. Altri materiali

Oltre ai materiali plastici, è possibile commercializzare sacchi riutilizzabili per l’asporto merci anche realizzati in altri materiali, diversi dai polimeri: ad esempio, è consentita la commercializzazione sacchi in carta, in tessuti di fibre naturali, in fibre di poliammide.

3. Riconversione

La riconversione degli impianti esistenti può essere assistita da contributi pubblici nel rispetto delle disposizioni comunitarie sugli aiuti di stato, sulla base di un’apposita disposizione legislativa di finanziamento.
 
Noi di Celvil garantiamo che le nostre shopper sono realizzate seguendo tutte le indicazioni prescritte, in particolare, nel punto 1.



Leave a reply