Indicazioni obbligatorie per alimenti sfusi

Le 6 indicazioni obbligatorie per gli alimenti sfusi: ecco quali sono

Un buon livello d’informazione e conoscenza delle indicazioni obbligatorie degli alimenti sfusi è il modo migliore per tutelare la salute. Spingendo non solo i produttori a creare dei packaging di qualità ma anche permettendo ai consumatori di fare scelte consapevoli.
 

Le 6 indicazioni obbligatorie

Tra le varie informazioni necessarie per le etichette, ecco cosa deve essere scritto sul cartello informativo per la vendita a norma dei prodotti sfusi:

  1. la denominazione di vendita
  2. l’elenco degli ingredienti
  3. le modalità di conservazione dei prodotti ad alta deperibilità, in base al tipo di articolo
  4. la data di scadenza del prodotto con la dicitura “da consumarsi entro”
  5. il titolo alcolometrico volumico per i prodotti (bevande) con tasso alcolico superiore all’1,2% di volume
  6. la percentuale di glassatura per i prodotti congelati glassati

Queste indicazioni obbligatorie per la vendita degli alimenti sfusi devono essere apposte su un cartello, su un registro disponibile e facilmente consultabile da chi si accinge ad acquistare i prodotti.
 

Una precisazione

È utile chiarire che per alimenti sfusi si intendono tutti quei prodotti:

  • non preventivamente confezionati
  • venduti dopo essere stati ripartiti
  • preconfezionati solo per la vendita immediata
  • confezionati al momento su richiesta del venditore

 

Chiaro e visibile

Le indicazioni obbligatorie per alimenti sfusi devono essere riportate in modo chiaro e visibile e non devono poter essere cancellate. Inoltre, uno degli aspetti principali è inserire tra le informazioni l’eventuale presenza di allergeni oppure sostanze che possano causare intolleranze; s’intende che l’informazione debba essere resa distinguibile rispetto alle altre note.



Leave a reply