Indicazioni obbligatorie alimenti preconfezionati

Le indicazioni obbligatorie per alimenti preconfezionati: per non incorrere in sanzioni

Erroneamente, si può pensare che le indicazioni obbligatorie relative agli alimenti siano tutte uguali. Invece differiscono a seconda della tipologia di prodotto da immettere nel mercato.
L’attuale Decreto Legislativo 109/92 dal 14 dicembre 2014 è stato modificano nel Reg. Ue 1169/11 che prevedere l’attuazione delle indicazione obbligatorie per alimenti preconfezionati. Il percorso di modifica delle etichette già esistenti nel mercato dovrà prevedere, entro il 14 dicembre 2016, l’omologazione totale delle vecchie informazioni con i nuovi formati previsti dalla legge.
 

Disciplina Europea 1169/20111

La normativa sulle indicazioni obbligatorie stabilisce che, salvo espresse deleghe, tutti gli alimenti preconfezionati destinati al consumatore devono riportare in maniera esaustiva sull’imballaggio i seguenti punti (in aggiunta a quelli già previsti dal Decreto Legislativo 109/92):

  • tabella nutrizionale
  • accorgimenti grafici per la facile identificazione degli allergeni
  • dettagliate informazioni in merito alla provenienza e macellazione delle carni
  • adoperare le dimensioni per i font previsti dalla legge (altezza minima di 1,2 millimetri per tutte le diciture obbligatorie)

In aggiunta al precedente decreto legislativo, sono state aggiunte numerose informazioni riguardanti gli allergeni presenti all’interno dell’alimento. Per legge, ogni società che vuole vendere alimenti all’interno della comunità europea dovrà indicare, in modo che siano facilmente riconoscibili, tutti gli ingredienti che possono provocare allergie o intolleranze al consumatore.
L’etichetta nutrizionale è un altro dei punti importanti della nuova legge, ma tali indicazioni diventeranno obbligatorie per gli alimenti preconfezionati dal 13 dicembre 2016.
 

Indicazioni obbligatorie per gli alimenti preconfezionati

Nelle etichette per questa tipologia di prodotti è obbligatorio inserire le seguenti informazioni, solo per packaging molto piccoli è possibile omettere la lista degli ingredienti ma non quella delle sostanza allergizzanti.

  • quantità netta dell’alimento
  • denominazione e stato fisico dell’alimento
  • elenco degli ingredienti in ordine decrescente di peso
  • allergeni
  • categoria alimentare
  • data di scadenza o termine di utilizzo
  • quantità netta
  • condizioni di conservazione
  • ragione sociale
  • paese di origine o provenienza
  • istruzioni d’uso dell’alimento in caso di particolari preparazioni


Leave a reply